La mascherata della Morte Rossa

Febbraio è il mese dell’amore, della cioccolata e dei cuoricini fluttuanti, ma non solo: è anche il mese del Carnevale. Ed è per questo che ho deciso di parlare di un racconto in cui le maschere calano.

Febbraio è il mese dell’amore, della cioccolata e dei cuoricini fluttuanti, ma non solo: noi italiani festeggiamo il Carnevale; ci travestiamo, mangiamo e ci divertiamo, anche se quest’anno abbiamo dovuto ridurre la baldoria all’ambiente casalingo.

Ed è proprio pensando alla situazione attuale che ho ricordato uno dei racconti più conosciuti di Edgar Allan Poe, La mascherata della morte rossa. Uno scritto breve ma fortemente evocativo, che ci catapulta in un sontuoso maniero durante un ballo in maschera, mentre fuori, nel mondo esterno, una mortale malattia continua a mietere vittime. Sounds familiar?

Continua a leggere “La mascherata della Morte Rossa”

Twilight vs Twilight

Il 2020 ha portato un sacco di avvenimenti a dir poco bizzarri, e uno di questi è la Twilight Renaissance, nata principalmente da due cose: l’uscita di Midnight Sun (Twilight dal POV di Edward) e dal nuovo riflettore che si è posato nuovamente proprio su Robert Pattinson, sul suo ruolo in Tenet  e quello che avrà nel nuovo Batman. Ispirata proprio dal rinascimento vampiresco, che ha riportato in auge tutti i meme e le citazioni da adolescente fan del sovrannaturale ho deciso di rispolverare la mia copia del romanzo che ha reso Stephenie Meyer famosa in tutto il mondo, per vedere un po’ cosa avevano combinato, ormai più di dieci anni fa, con la trasposizione cinematografica.

Continua a leggere “Twilight vs Twilight”

Una questione di sfumature

Dalla pubblicazione di Uno studio in rosso il mondo della letteratura non è stato più lo stesso. Nasce il giallo, grazie all’immaginazione di sir Arthur Conan Doyle e dei suoi personaggi, diventati delle vere e proprie icone (basti pensare che oggi moltissimi turisti vagano per Londra alla ricerca della famigerata casa al 221B di Baker Street). Eppure, nonostante nell’enciclopedia culturale occidentale sia ben presente la figura del detective infallibile londinese, in Italia di trasposizioni cinematografiche su questo romanzo non ne sono arrivate (e quelle che sono state realizzate sono abbastanza vecchiotte). Abbiamo dovuto aspettare il 2011, quando la HBO decise di produrre una serie televisiva che è diventata un cult: Sherlock. E l’episodio pilota è ispirato proprio al primo romanzo di Doyle, seppure con quale cambiamento.

Continua a leggere “Una questione di sfumature”

Eragon vs Eragon

Analisi sulla trasposizione di un ottimo fantasy.

Penso che tutti abbiano un libro del cuore. Un libro che ti segna, che contribuisce, almeno un po’, a definire ciò che sarai in futuro. Ecco, Eragon per me è questo: è il primo fantasy che io abbia mai letto, il primo romanzo che mi abbia davvero appassionata. Quindi, quando ho saputo dell’esistenza di un film tratto da quelle pagine che per me profumavano di casa, mi sono fiondata a vederlo. E quello che ho trovato mi ha lasciata senza parole.

Continua a leggere “Eragon vs Eragon”

Pensieri su La vie mode d’emploi

Leggere La vie mode d’emploi è come cercare di risolvere un cubo di Rubik: intrigante all’inizio, irritante da un certo punto in poi, gratificante quando, finalmente, si raggiunge la fine. Eppure, nonostante questo viaggio emotivo tumultuoso, c’è qualcosa nelle pagine del romanzo di Perec che non riesce a  farci desistere: il desiderio via via sempre più impellente di avere le risposte alle tantissime domande che si accalcano nella nostra mente leggendo.

Continua a leggere “Pensieri su La vie mode d’emploi”

Noi siamo infinito – Ragazzo da parete

Ogni generazione di adolescenti ha il suo film: Breakfast Club, Notte prima degli esami, PROM, e così via. Qualche anno fa, mentre attraversavo la valle di lacrime della pubertà, uscì nei cinema Noi siamo infinito. E io ci cascai come una pera: questa pellicola è stata infatti una delle prime che mi ha smosso qualcosa dentro, e che ha segnato, in un modo o nell’altro, un solco in me.

Due anni fa ho finalmente messo le mani sul libro da cui è tratto il film, e ho deciso di leggerlo in occasione del Mental Health Month, di quest’anno, visto che credo che il tema della malattia mentale sia una delle colonne portanti di questa storia.

Continua a leggere “Noi siamo infinito – Ragazzo da parete”

Angeli e Demoni (ce n’è per tutti i gusti…)

Uno dei thriller più avvincenti degli ultimi vent’anni, senza alcun dubbio. Angeli e Demoni, di Dan Brown, narra il primo vero caso di Robert Langdon, professore di iconografia all’università di Harvard. L’uomo si ritrova invischiato in una battaglia vecchia di secoli: quella della Chiesa contro la misteriosa e oscura setta degli Illuminati, che si credeva estinta. In una spirale di inseguimenti ed enigmi che tengono il lettore incollato alle pagine del romanzo, Brown ci trascina a fondo, scoperchiando verità scomode e inattese.

Continua a leggere “Angeli e Demoni (ce n’è per tutti i gusti…)”

Dracula vs. Dracula di Bram Stoker

Il primo film che ho deciso di andare a scomodare è Dracula di Bram Stoker, diretto da Francis Ford Coppola e, ovviamente, il classico da cui deriva, Dracula, dell’irlandese Bram Stoker. Personalmente ho amato il film e apprezzato il libro, anche se per motivi differenti.

Continua a leggere “Dracula vs. Dracula di Bram Stoker”